Ultimi articoli

Come aprire un’attività: una guida rapida al successo

Come aprire un’attività - FINOM

Come aprire un’attività? Se te lo stai chiedendo, hai chiaramente deciso di aprire la tua azienda. Per ora, la domanda principale che occupa la tua mente è “Come faccio ad aprire un business dal nulla?” 

In questo articolo, scoprirai come affrontare diversi problemi derivanti dalla tua coraggiosa decisione di diventare un imprenditore: iter burocratico, questioni finanziarie, diritti di proprietà intellettuale, risorse umane, marketing, ecc.  

Anche se siamo estremamente sicuri della tua abilità di avere successo, dovresti prepararti per le realtà aziendali in costante cambiamento e assicurarti di adeguarti a esse. Prima di aprire una nuova attività, devi capire che le cose possono andare storto in qualsiasi momento, ma non significa che tu e la tua nuova attività siate condannati a fallire. 

Formazione primaria

Un’attività cresce, fintanto che il proprietario investa abbastanza tempo e fatica nel suo sviluppo. È un enorme impegno per il quale tutti devono essere pronti. Gli aspiranti imprenditori a volte dimenticano che le loro attività ora devono essere trattate come una seconda famiglia. Assicurati di avere abbastanza energie per lavorare al massimo e preparati ad acquisire conoscenze che non avresti mai pensato che sarebbero state utili. 

Quali sono le più grandi difficoltà che dovrai superare?

1. Scegliere un prodotto o un servizio da promuovere senza precedenti

Uno degli ostacoli principali nella strada verso il successo è il bisogno di sfruttare un’idea imprenditoriale innovativa. I beni e i servizi offerti devono essere unici o estremamente richiesti nel tuo paese o in tutto il mondo. 

2. Scrivere un business plan

Se non hai una laurea in economia, questo passaggio risulta piuttosto lungo e stressante. Un business plan serve da tabella di marcia su come avviare, far crescere, e avviare un’attività - ma, cosa più importante, determina la tua struttura aziendale. 

3. Trovare i fondi e attrarre gli investitori.

Beh, puoi saltare questo passaggio se hai già qualche milione in più in tasca, ma è una seccatura per la maggior parte degli imprenditori alle prime armi. Un business plan ben organizzato potrebbe aiutarti a convincere potenziali investitori a supportare le tue idee di business.

4. Assumere un ottimo staff / licenziare gli anelli deboli

I piccoli imprenditori dovrebbero prestare particolare attenzione a questo problema. Il valore fondamentale alla base di ogni azienda è rappresentato dai suoi impiegati, e molte questioni essenziali dipendono dal livello delle loro abilità o del loro potenziale. Questo non significa che dovresti assumere solo persone con anni di esperienza rilevante, dato che ci sono molti specialisti giovani ma promettenti nel mercato del lavoro. Tuttavia, dovresti certamente essere pronto a liberarti velocemente di pasticcioni in modo che non influenzino la tua reputazione o portino a problemi legali.

5. Combattere la delusione

Questo probabilmente sarà il punto più difficile sulla lista. È difficile non arrendersi quando tutto crolla (dal tuo punto di vista). Devi avere abbastanza energie per continuare a lavorare sodo e senza sosta e, contemporaneamente, prenderti cura della tua salute mentale. 

Creare un’idea imprenditoriale

Prima di pensare a come aprire un’attività, crea un’idea imprenditoriale. Potrebbe essere che abbia già capito che azienda aprire. E se non fosse così? Il primo passo è quello di determinare una nicchia alla quale sei particolarmente attratto. Ricorda che il tuo prodotto deve essere almeno buono e differenziarsi dalle altre offerte sul mercato. Devi elaborare molte informazioni prima di entrare in azione, perciò preparati per un veloce sondaggio per aiutarti a pianificare la strategia.

1. Quali sono le tue passioni?

Fitness, animali, giochi per computer, finanze, moda, o qualcos’altro? La tua scelta definisce il tuo futuro anche a cinque anni di distanza, la tua attività deve essere una delle ragioni per cui ti alzi dal letto al mattino e ti senti entusiasta.

2. Vuoi lavorare o solo possedere?

Puoi costruire un’azienda e gestirla da solo o creare un team di persone affini per gestirla senza essere troppo coinvolto nella routine. Nel secondo caso, dovrai comunque prendere decisioni critiche, valutare i rischi, e controllare la qualità del lavoro dei tuoi dipendenti.

3. Sei pronto per trasformare il tuo hobby in un’attività?

Sfortunatamente, perdere interesse in ciò che una volta era il tuo hobby dopo aver iniziato a guadagnare grazie ad esso è una pratica comune. Devi essere a conoscenza di questa possibilità. Tuttavia, avere la passione per qualcosa significa sapere molte cose sul prodotto o servizio; dunque, puoi trarre vantaggio da questa conoscenza creando un’ottima strategia di marketing e dare chiarezza ai tuoi clienti target fin dall’inizio.

Rispondere a queste tre domande dovrebbe fornirti una buona comprensione su ciò che può diventare la tua idea imprenditoriale. Tuttavia, consigliamo di verificare la rilevanza della tua visione usando qualsiasi strumento di parole chiave disponibile (ad es. Keywords Everywhere). Tali servizi ti aiutano ad analizzare la disponibilità a lungo termine del tuo prodotto e ti offrono una visione chiara della situazione attuale in base al volume di ricerca su Google.

Tieni a mente che anche le idee più ambiziose non sono nient’altro che supposizioni finché non ricevi il primo pagamento da un cliente. Il feedback da parte dei tuoi amici e della tua famiglia sembra abbastanza interessante, ma il modo migliore per convalidare il tuo prodotto è venderlo. Ogni minuto di ritardo dal lancio priva aspiranti imprenditori del feedback dei primi clienti .

Come aprire un’attività? Ovviamente, è meglio iniziare con un MVP (minimo prodotto fattibile); tuttavia, anche questo prodotto dovrebbe essere ben progettato e differenziarsi dalla concorrenza. È una grande fonte di reazioni anticipate degli utenti che ti aiuteranno a migliorare la qualità di prodotti o servizi. 

Cosa può salvarti da errori costosi?

  • Crea pre-ordini. Questo passaggio ti aiuterà a convalidare i tuoi prodotti prima che vengano sviluppati e ad assicurarti che la gente sia davvero interessata ai tuoi prodotti. Le persone al giorno d'oggi sono già abituate a pagare la merce prima per riceverla poi - fai un uso pratico di questo fatto. Descrivi il tuo prodotto o servizio in dettaglio, e non dimenticare di onorare le promesse fatte.
  • Considera il crowdfunding. Non coprirà tutte le spese, ma è un ottimo modo per ottenere finanziamenti da potenziali clienti. Inoltre, anche piccoli importi raccolti da un gran numero di persone possono ammontare ad una bella somma.

Trovare un nome accattivante per il marchio

Il nome aziendale è un aspetto estremamente importante di un'impresa, perciò il tuo compito è quello di non renderlo confusionario o irrilevante. Stimola il tuo ingegno per inventare un nome di impresa breve e conciso che si allinei con la tua missione. Per prima cosa, puoi sfruttare generatori di nomi per offrirti alcune idee iniziali per guidarti nella direzione giusta. Se riesci a scegliere un nome perfettamente adatto e memorabile per la tua azienda, questo influenzerà senza dubbio positivamente il successo della tua azienda. In alternativa, optare per il nome sbagliato (ad es. usare un’altra entità commerciale) potrebbe portare a difficoltà legali e aziendali. 

Consigli su come fare brainstorm per trovare un nome di impresa di successo

  • Scegliere nomi facili da pronunciare. La tua clientela deve essere in grado di ricordare il tuo marchio senza problemi. Se le persone chiedono spesso di ripetere il nome, è un segnale d’allarme. La lunghezza ideale del nome aziendale è di una o due parole.
  • Evita nomi che possono limitare la crescita della tua azienda. Scegli un nome universale per evitare problemi a lungo andare. Nomi come “Torte di Seattle” porrà alcune restrizioni sulla tua azienda e la bloccherà in una particolare regione o mercato.
  • Conduci una ricerca di marchi gratuiti su un dato nome. Cercalo su Google, sui social media, e prova in ogni modo a proteggerti dal rubare il nome della concorrenza. 
  • Ottieni feedback sul tuo nome. Tu e i tuoi dipendenti dovreste essere felici e orgogliosi di pronunciare ad alta voce il nome dell'impresa. Scegli pochi potenziali nomi e poi chiedi alla tua famiglia, ai tuoi amici, e ai tuoi colleghi. 
  • Registra il tuo nome di impresa. La protezione legale del tuo nome aziendale è un passaggio cruciale che non può essere saltato. Ci sono diversi modi per registrare un nome di impresa, e alcuni (ad es. DBA) sono legalmente necessari. 

Scrivi un business plan

Scrivere un business plan ti aiuta a facilitare il processo di creazione della startup, formalizzare l’idea aziendale esistente, e predire potenziali rischi e difficoltà. I piani sono spesso ignorati una volta che un prodotto viene lanciato, ma vale la pena sedersi e pensare alle proprie idee. Dovresti almeno avere una solida conoscenza dei tuoi punti deboli e fare una lista di domande alle quali non sai come rispondere - uomo avvisato, mezzo salvato. 

Un business plan ben scritto può renderti la vita da imprenditore considerevolmente più semplice, perciò ecco alcuni consigli su come crearlo:

1. Descrivere lo scopo della tua impresa

È importante comprendere una cosa: tutte le aziende di successo risolvono problemi vitali per i loro clienti. Il tuo profitto sarà direttamente correlato al modo in cui la tua azienda affronta i problemi. Ecco perché la prima cosa che dovresti menzionare nel tuo business plan è che tipo di problemi le persone possono superare usando i tuoi servizi. Trova una soluzione funzionante e vendila!

2. Identifica i tuoi clienti target

Puoi capire meglio la tua clientela target facendo una ricerca di mercato approfondita sul campo. Perciò sì, creare un business plan applicabile implica un’analisi demografica, la conduzione di sondaggi, la creazione di gruppi di focus, e molto altro. 

Devi capire le preferenze, il comportamento, e i bisogni dei clienti target, insieme alle peculiarità del settore scelto e le tattiche della tua concorrenza.  
Un mercato target ben definito è tutto. Mirare ad ogni singola persona nella tua città è una perdita di soldi e risorse. Una piccola azienda che sa come mirare alla giusta nicchia può competere abbastanza efficacemente con gli squali d'affari.

I target generali sono quasi sempre inutili. Devi sapere alcune cose sul tuo pubblico e considerare i seguenti fattori quando personalizzi le inserzioni per i tuoi target:

  • Età
  • Posizione
  • Genere
  • Livello di profitto
  • Livello di istruzione
  • Stato coniugale
  • Lavoro
  • Etnia

3. Determinare i propri obiettivi

Le speranze ingenue sono la ragione principale dei fallimenti delle imprese. Quasi tutti gli imprenditori di oggi sembrano avere una conoscenza di base dei processi economici e aziendali. Tuttavia, ci sono ancora persone che sprecano tantissimi soldi in annunci e finiscono per avere assolutamente nulla.

Qual è uno scenario realistico? Il primo anno sarà un disastro. Prova a evitare il falso ottimismo, e avrai una migliore opportunità di superarlo. 
Il tuo obiettivo deve essere raggiungibile e conciso, perciò la miglior decisione è porre degli obiettivi S.M.A.R.T.:

  • Specific (Specifici)
  • Measurable (Misurabili)
  • Attainable (Raggiungibili)
  • Relevant (Rilevanti)
  • Time-bound (Con scadenze temporali)

4. Conduci un’analisi del punto di equilibrio

Un’analisi del punto di equilibrio comporta il calcolo del margine di sicurezza per un’azienda. Un elemento essenziale della pianificazione finanziaria, questa analisi viene usata per determinare di quanti soldi hai bisogno per creare un’azienda di successo e quanti prodotti devi vendere per coprire i costi di manifattura. 

L’elemento chiave dell'analisi è il calcolo del punto di equilibrio secondo la formula: 
Costi fissi / (Prezzo medio - Costi variabili)

Questa formula è uno strumento molto importante per ottenere informazioni sulle prestazioni minime alle quali la tua azienda deve attenersi. 

5. Pensa a una strategia di uscita

È fondamentale avere una strategia di uscita. Il tuo business plan sarà incompleto se non descrivi in dettaglio un piano di uscita di un'azienda una volta che fallisce. 

Proteggi i tuoi risparmi personali e la proprietà intellettuale

Non dovresti mai avviare la tua attività come solo proprietario (conosciuto anche come imprenditore individuale) se non vuoi mettere a rischio i tuoi beni personali.  Effettua una ricerca preliminare e determina la struttura aziendale più redditizia e sicura per la tua impresa, ad es. puoi formarla come corporazione o SRL (Società a Responsabilità Limitata).

Quando si decide quale struttura aziendale scegliere, puoi considerare i seguenti fattori:

  • Posizione aziendale. Le leggi del tuo paese determinano le strutture e le licenze aziendali disponibili per te come entità.
  • Tipo di attività. Un certo settore può richiedere una struttura aziendale specifica.
  • Dimensione dell’impresa. Sei l’unico fondatore, o hai dei soci aziendali? Se hai in mente di condividere la proprietà con qualcuno, dovrai fare affidamento a opzioni più avanzate per sistemare il tutto.

Per prevenire qualsiasi possibile responsabilità, devi registrare la tua azienda dal primo giorno o almeno dopo aver guadagnato un certo importo (determinato dal governo federale) dalle tue attività aziendali. Devi ottenere una partita IVA dal servizio delle entrate del tuo paese. A volte è possibile ottenere il numero identificativo richiesto online, perciò dai un’occhiata alle opzioni disponibili nel tuo paese. Ricorda che puoi prevenire molti problemi legali pagando le tue tasse in tempo e con accuratamente.

Gestire le finanze professionali sarà molto più facile se spendi un po’ di tempo per aprire un conto bancario aziendale e creare un biglietto da visita. Le banche richiederanno per l’appunto la tua partita IVA e licenze quando cerchi di aprire un conto bancario aziendale. 

C’è una regola d’oro: tieni le finanze personali e aziendali separate. Sarà perfetto se riuscirai a gestire un sistema di contabilità personalizzato per tenere d’occhio le tue finanze (reddito, spese, profitto, perdite, ecc.) e comprendere meglio la situazione del flusso finanziario aziendale. FINOM è uno strumento finanziario che unisce un conto aziendale, servizi di fatturazione, e integrazione del software contabile. Prova a ordinare le tue finanze e risparmiati qualche mal di testa.

Prima di avviare ufficialmente la tua azienda, dovresti prestare attenzione ad acquistare la giusta assicurazione aziendale. Coprirà i costi di incidenti come denunce da parte dei clienti, danni alla proprietà, o furto. La lista degli eventi di assicurazione varia a seconda del tipo di assicurazione aziendale.

Considera di proteggere la proprietà intellettuale della tua azienda, anche se non hai conoscenza dei processi o hai paura che possa essere costoso e complesso. È fondamentale che protegga le tue invenzioni e idee chiave; altrimenti, potresti finire per vedere la concorrenza usarle al posto tuo. 

Ci sono molti modi per proteggere la tua azienda in termini di proprietà intellettuale; puoi sceglierne uno o considerarne diversi:

  • Diritti d’autore
  • Marchi registrati
  • Brevetti
  • Segreti commerciali
  • Politica di riservatezza
  • Politica sulla riservatezza
  • Termini di utilizzo

Forma un team di professionisti

Grandi professionisti costruiscono un’azienda redditizia. Una delle tue priorità più importanti è reclutare un ottimo team e assicurarti che i suoi membri lavorino bene insieme - a meno che tu stesso non sia il tuo unico dipendente.

Dovresti prepararti a fondo prima di fare colloqui di lavoro, in modo da evitare di assumere persone incapaci di offrire lavoro di alta qualità, svolgere i loro compiti diretti, o inserirsi nel team. Alcune persone mentono nei loro curriculum e falsificano la loro carriera lavorativa. Ecco cosa dovresti fare per condurre una verifica comprensiva delle referenze:

  • Verificare le abilità richieste per la posizione
  • Verificare le qualifiche lavorative e le date di occupazione
  • Verificare i titoli di studio
  • Verificare le precedenti responsabilità
  • Chiedere perché il candidato ha deciso di lasciare l’ultima azienda
  • Stimare i punti forti e deboli del potenziale impiegato
  • Valutare l’abilità del candidato di andare d’accordo con altre persone (colleghi e clienti)

Queste verifiche non sono obbligatorie ma ti aiuteranno certamente ad assicurarti che il potenziale impiegato sia adatto alla cultura aziendale e stia al passo con le sue responsabilità. 

Anche se la tua azienda non produce prodotti o servizi tecnologici innovativi, è meglio assicurarsi che tutti gli impiegati firmino un accordo di riservatezza. Questa è una misura preventiva per contrastare le possibili fuoriuscite di sicurezza e di dati, dato che alcuni impiegati hanno accesso a informazioni riservate e di valore.

Creare siti web aziendali

Viviamo in un’era digitale e abbiamo ogni diritto di goderci i vantaggi del progresso tecnologico. Oggi è molto più semplice creare il proprio sito web e avviare un’azienda online rispetto a 15 anni fa. Tuttavia, sarebbe meglio impegnarsi il più possibile nel creare un sito web moderno, intuitivo, professionale ed elegante per la tua azienda. Il tuo sito web è il tuo biglietto da visita che dovrebbe far colpo su investitori e potenziali clienti. Inoltre, il tuo sito web semplifica tutto quando si tratta di preordini e marketing tramite email. 
Di cosa hai bisogno per creare e gestire un sito web efficace?

  • Dai un’occhiata ai siti web delle aziende rivali di successo. Non devi avere paura di copiare idee che funzionano. Prendi nota dell’interfaccia, la posizione dei tasti, i moduli di feedback, i blocchi di informazione, ecc.
  • Scegli un modello per il tuo sito. È meglio iniziare con qualcosa di meno complicato e migliorare l’interfaccia con la crescita dei tuoi profitti. Puoi cercare di creare il tuo primo sito web gratuitamente usando Tilda Builder, che ti permette di costruire un sito web da modelli pre-progettati.
  • Scegli dei siti web che ti piace. Condividi almeno cinque esempi di siti che trovi accattivanti e intuitivi con il tuo sviluppatore, in modo che possa offrirti il risultato che vuoi ottenere.
  • Prenditi cura della  SEO. L’ottimizzazione per i motori di ricerca comporta la pubblicazione di testi originali di alta qualità, layout a blocchi di pagina intelligente, caricamento della pagina rapido, ottimizzazione del tuo sito web su dispositivi mobili, e molte altre cose.
  • Sbarazzati dei cluster visivi e rendi il tuo sito più intuitivo. Barre di navigazione, immagini, e tutti i blocchi, ad es. un modulo “Contattaci” o un tasto “Acquista” dovrebbero essere visualizzati e funzionare propriamente. Una struttura realizzata male di un sito web può far allontanare i visitatori.
  • Ottieni un dominio .com memorabile. Oltre a essere visivamente accattivante e interessante, il tuo sito web ideale dovrebbe avere un nome di dominio “.com”. È un buon investimento aziendale, dato che i potenziali clienti associano questo nome di dominio a un’azienda di successo.

Dovrei aprire un’attività?

La porta per il successo non è facile da aprire. Aprire una nuova attività è un’operazione complicata, e non sai mai se sarai in grado di ottenere profitti. Non farti imbrogliare dal falso senso di controllo durante la fase di pianificazione; una volta che la tua azienda è stata lanciata, dovrai esplorare un mondo davvero strano. 

Seppure i nostri consigli possano essere utili, devi prepararti a incontrare diversi ostacoli sulla difficile strada verso la prosperità. Naviga verso l’ignoto e aumenta la tua crescita personale - ti auguriamo buona fortuna!

Prova subito FINOM gratis

Il servizio di fatturazione elettronica semplice e con il servizio clienti più veloce in Italia

Pre-iscrizione

Post correlati

Banking

I pagamenti contactless: cosa sono e come funzionano

I pagamenti contactless sono quei pagamenti che si possono realizzare attraverso un sistema che non richiede un contatto diretto tra gli strumenti di pagamento usati a tal fine (come carte di credito o dispositivi mobili) e i terminali autorizzati a ricevere il pagamento (POS).