Contenuti

Ultimi articoli

Prova di residenza: che cos’è e come può essere ottenuta

Condividi post

Prova di residenza

Quasi tutti hanno la necessità di richiedere il certificato di prova di residenza almeno una volta nella vita. Questa procedura ha origine nei paesi anglosassoni, ma in seguito è stata adottata anche in Italia. Oggi il documento si chiama Certificato di Residenza Anagrafica; attesta l’attuale residenza e il comune di residenza del richiedente in modo formale. Continua a leggere per scoprire tutti i dettagli su come richiedere la prova di residenza!

Avrai bisogno della prova di residenza per una serie di motivi, come ad esempio: 

✔ Accesso a mutui o prestiti

La prova di residenza deve essere dimostrata da tutti coloro che richiedono accesso a un mutuo per comprare casa o un prestito per acquistare una macchina. 

✔ Apertura di un portafoglio digitale o di un conto corrente

La prova di residenza per aprire un e-wallet o un conto corrente bancario deve essere necessariamente richiesta dalle società bancarie con le quali si vuole iniziare un rapporto. Tale verifica attesta l’attuale residenza della persona fisica e il suo stato di famiglia.

Fortunatamente, con FINOM puoi seguire un processo semplificato di apertura di un conto aziendale. FINOM è una società che propone servizi e prodotti avanzati inerenti al ramo bancario, finanziario e della gestione del risparmio, specializzata per piccole e medie imprese o imprenditori.

Il nostro vantaggio è che offriamo un’unica soluzione per diversi servizi: contabilità, gestione finanziaria e conto aziendale. Inoltre, i nostri clienti non devono presentare una prova di residenza. Il cliente attesta l’attuale residenza o l’avvenuta registrazione e il gioco è fatto.

Ci sono vari piani per piccole imprese e freelance, tra cui il conto gratuito che può essere utilizzato per diverse funzionalità come il multibanking e un conto bancario con l’IBAN della nazione desiderata.

Accessibile da diversi dispositivi, app e web, le startup possono aprire un conto online in pochi minuti e usufruire di tutti i benefici delle funzionalità offerte. Quindi, la nostra soluzione racchiude piú servizi senza prova di residenza.

✔ Iscrizione a un sito di scommesse sportive o casino online

Quando si apre un conto in un sito di scommesse o di casinò online, dopo aver effettuato la registrazione con nome, cognome, data di nascita, codice fiscale,  e un documento d’identità valido, spesso può essere richiesta la prova di residenza insieme ad altri documenti giustificativi come una bolletta delle utenze, una fattura della compagnia telefonica o qualsiasi altra prova dichiarata dal fornitore del servizio. 

Anche se questo metodo di verifica è spesso necessario quando si apre un rapporto contrattuale, c'è anche la possibilità di richiederlo in un secondo momento. Ad esempio, questo è spesso il caso della procedura KYC (Know Your Client) per prevenire l'evasione fiscale, il finanziamento del terrorismo e il riciclaggio di denaro. 

Come e dove richiedere il documento di "prova di residenza" 

Per ottenere questo certificato, la persona deve contattare l'ufficio anagrafe del comune. L'inclusione dei residenti negli elenchi dell'Anagrafe è un provvedimento con il quale il sindaco di una città o un funzionario da lui autorizzato determina chi risiede regolarmente nel territorio della località. 

Devi presentarti di persona o inviare un’ e-mail di richiesta all'Ufficio Anagrafe del tuo Comune, dove ti verrà consegnato un modulo da compilare e firmare. 

La prova di residenza  deve essere richiesta fornendo i seguenti dati:

▸Nome, cognome data di nascita della persona fisica;

▸Indirizzo di residenza;

▸Data di emissione del certificato di prova di residenza.

Per richiedere il certificato come prova di residenza è necessaria anche la documentazione che prova la residenza anagrafica della persona fisica come segue:

▸ Una bolletta valida del telefono, luce o gas che attesti l’attuale residenza;

▸ L’estratto conto della propria banca con i movimenti degli ultimi mesi;

▸ Una copia dell’ultima busta paga o una dichiarazione del datore di lavoro che mostri l’attuale l'indirizzo di residenza.

Può essere richiesto il certificato storico di residenza che consente di fungere da strumento di verifica sulla composizione del nucleo familiare. Il costo è di 5,16 € per ogni persona menzionata nel certificato.

Qual è la differenza tra prova di residenza e domicilio? 

Il primo punto fondamentale da capire è che il domicilio non è valido per la prova di residenza, a differenza della residenza della persona fisica che risiede effettivamente e permette l’effettiva verifica del proprio comune di residenza. Il domicilio è il luogo in cui l’imprenditore svolge la sua attività lavorativa e dove, principalmente, sono concentrati i suoi affari. La residenza è dove la persona vive abitualmente nell’arco dei 365 giorni.

Ora sai esattamente cosa fare quando ti viene chiesto di fornire una prova di residenza e come non commettere errori. Ricorda che con FINOM puoi accedere a molti servizi senza ottenere questo certificato! 

Condividi post

Post correlati

Prova subito FINOM gratis

Il servizio di fatturazione elettronica semplice e con il servizio clienti più veloce in Italia

Pre-iscrizione