Apri il conto

Ultimi articoli

Contenuti
Contenuti

Srl o Srls: principali differenze, punti in comune,  vantaggi e svantaggi di questi due tipi di società di capitali

Condividi post

Srls o Srl

È meglio una Srl o una Srls? La scelta di uno di questi due tipi di società è fortemente influenzata dalle esigenze e disponibilità economiche dei soci. 

In questo articolo analizzeremo gli aspetti fondamentali legati sia alla Srl che alla Srls, evidenziandone caratteristiche e costi iniziali. 

Cosa sono le Srl e le Srls?

Le Srl - società a responsabilità limitata - e le Srls - società a responsabilità limitata semplificata - sono due diversi tipi di forma societaria, ma rientrano entrambe nella categoria delle società di capitali

Pertanto, secondo il codice civile italiano - che regola le Srl ordinarie e le Srl semplificate a partire dall’articolo 2463 - tali società hanno dei punti in comune:

  • I soci rispondono solo in base alle quote di capitale sociale conferito - dunque, a differenza della ditta individuale, il socio ha responsabilità limitata anche qualora creasse la società per atto unilaterale;
  • Entrambe le società godono di autonomia patrimoniale perfetta;
  • Che si tratti di Srls o Srl, la società deve essere costituita per atto pubblico;
  • Entrambe devono essere iscritte nel Registro delle Imprese;
  • In entrambi i casi si ha l’obbligo di presentare bilancio annuale, di mantenere i libri sociali e i libri relativi ai dipendenti, la contabilità deve registrare ogni movimento e risorsa;
  • Essendo società di capitali, entrambe sono sempre soggette al regime ordinario;
  • In entrambi i casi si prevede la tassazione per le società - IRES, con aliquota al 24%; IRAP, variabile a seconda delle regioni ma con una base del 3,9%. Si aggiunge inoltre l’IRES che i soci dovranno versare in base ai dividendi che ottengono.

Fatture e contabilità saranno gli strumenti che permetteranno ai soci di valutare tutti gli aspetti gestionali, e di comprendere quali siano effettivamente i costi relativi alle società avviate. 

Per questa ragione è fondamentale affidarsi a partner esterni che comprendano le esigenze delle attività. FINOM è in grado di semplificare la gestione delle imprese: 

  • Il suo sistema di fatturazione è in gran parte automatizzato, poiché raccoglie i dati inseriti in fase di registrazione, limitando così gli errori;
  • L’account business permette una riconciliazione automatica di costi e fatture, così da rendere l’attività contabile più leggera;
  • Gli utenti sono in grado di gestire i conti aziendali su un’unica piattaforma.

Srls vs. Srl: le principali differenze tra queste due forme societarie

Una volta individuati i punti in comune, concentrarsi sulle differenze ti permetterà di comprendere meglio perché il diritto preveda due forme giuridiche diverse per queste società, nonostante la Srls possa considerarsi una semplice Srl modificata. 

Vediamo dunque in cosa consistono tali differenze. 

Natura dei conferimenti

Mentre nel caso della società a responsabilità limitata semplificata i soci possono partecipare al capitale sociale solo con conferimenti in denaro, nel caso della Srl i soci possono anche partecipare con prestazioni lavorative e conferimenti di diversa natura - solo nei casi di Srl con capitale inferiore a 10.000 € i conferimenti devono essere effettuati necessariamente in denaro. 

Atto costitutivo

Per creare una Srls non si può usare un atto costitutivo redatto in base alle esigenze dell’attività, ma se ne dovrà utilizzare uno standard che viene previsto proprio nel caso di questo tipo di attività.

Tra i documenti costitutivi rientra anche lo statuto, e tali documenti saranno più flessibili nel caso di una Srl, in cui i soci potranno plasmare la costituzione della società e il suo funzionamento in base alle proprie esigenze. 

Specifichiamo che, qualora questa direttiva non venisse rispettata, e si decidesse di apportare modifiche all’atto costitutivo di una Srls, si dovrebbe anche effettuare il passaggio da Srls a Srl. 

Capitale sociale

Sia per avviare una Slrs che per costituire una Srl i soci potranno versare un capitale minimo di 1 euro, ma nel caso della Srls il limite massimo per il capitale della società è di 9.999 €, mentre la Srl non prevede limiti. 

Inoltre, nella Srl i soci possono decidere di versare anche solo il 25% del capitale al momento della costituzione della società, ma se si tratta di una Srl unipersonale, di una Srls o di una Srl con capitale inferiore a 10.000 € il capitale andrà versato per intero. 

Anche in questo caso, se il capitale della Srls dovesse superare i 10,000 € ci sarebbe il passaggio alla Srl ordinaria. 

Costi di costituzione

Nel caso di una Srl, i principali costi di costituzione sono: 

  • Diritti di segreteria, da pagare su tutta la documentazione richiesta per dichiarare l’inizio dell’attività. Si tratta di costi che variano a seconda della regione ma che possono raggiungere anche i 300 €;
  • Tassa di concessione governativa, da versare ogni anno, che ammonta a 309,87 € se il capitale sociale non supera i 516.456,90 € - in caso contrario, si versano 516,46 €;
  • Vidimazione dei libri sociali - 16 € ogni 100 facciate;
  • Imposta di registro di 200 €;
  • Costo del notaio.

Le Srls, invece, hanno costi d’apertura minori in quanto non sono tenute a pagare i diritti di segreteria, e soprattutto i soci non devono pagare il notaio: infatti, la costituzione di una Srls, nonostante richieda atto pubblico, prevede che il notaio fornisca questo servizio gratuitamente. 

È meglio una Srl o una Srls?

Non si può dire che una sia migliore dell’altra, ma si possono certamente evidenziare i vantaggi e gli svantaggi di entrambe. 

Se per costituire una Srls sono previsti costi minori e una burocrazia più snella, il rovescio della medaglia sta nelle limitazioni previste per il capitale: un capitale sociale inferiore a 10.000 €, infatti, potrebbe non giocare a favore della reputazione creditizia della società, e dunque rendere più complessa un’eventuale crescita dell’attività.

La Srl, invece, non ha limiti massimi di capitale e può essere costituita con maggiore attenzione alle esigenze dei soci, data la flessibilità degli atti costitutivi, e pertanto si adatta a chi vuole limitare il rischio ma avere meno limiti in termini di gestione e capitali. D’altro canto, la costituzione di una Srl è più complessa e richiede costi maggiori. 

Conclusioni

Le Srl e le Srls hanno molti punti in comune, essendo entrambe società di capitali, ma le differenze dimostrano chiaramente la necessità di una diversa forma giuridica. 

Entrambi i tipi di società hanno vantaggi e svantaggi, e saranno gli imprenditori a dover scegliere quale si adatti meglio alle esigenze dell’attività - soprattutto per quanto riguarda le esigenze e possibilità finanziarie. 

Condividi post

Post correlati

Prova subito FINOM gratis

Il servizio di fatturazione elettronica semplice e con il servizio clienti più veloce in Italia

Provalo per €0