Ultimi articoli

Ecco come l’Intelligenza Artificiale sta rivoluzionando la finanza

Lo abbiamo detto più volte: il settore bancario sta da anni affrontando un’importante rivoluzione. Da un lato gli istituti finanziari tradizionali hanno la necessità di aumentare la propria competitività sul mercato internazionale e nei confronti delle nuove challenger bank. D’altra parte, le banche tradizionali devono rapportarsi con clienti, business e consumer, che richiedono servizi sempre più semplici e allo stesso tempo efficaci, digitali e sempre disponibili. 

Come è possibile affrontare sfide di questa portata? Da un punto di vista prettamente tecnologico, l’intelligenza artificiale rappresenta una delle chiavi su cui puntare e sulla quale, effettivamente, stanno già puntando moltissimi operatori del banking.

L’AI, infatti, è in grado di supportare e automatizzare i processi interni che impattano sui servizi alla clientela, affidando al software la parte automatica dell’operatività, per ridurre gli errori e velocizzare i risultati, abilitando anche il giusto grado di personalizzazione.  Inoltre, le tecnologie basate sull’intelligenza artificiale hanno la potenzialità di migliorare il processo decisionale umano, in termini di velocità e precisione, con enormi ricadute economiche e di produttività. Tanto che, secondo una stima di McKinsey, la AI potrebbe potenzialmente garantire ogni anno fino a 1.000 miliardi di dollari di valore aggiunto al sistema bancario globale. In prospettiva esiste anche il rischio – per quelle banche che non riusciranno a mettere questa tecnologia al centro della loro strategia – di essere sopraffatte dalla concorrenza, perdendo gran parte della propria base clienti.

Vediamo ora alcuni ambiti specifici in cui l’intelligenza artificiale può cambiare radicalmente il mondo del banking.

Chatbot integrati con i servizi bancari

Si sta assistendo a un proliferare di assistenti virtuali (chabot) nei portali degli istituti bancari, in piena ottica di migliore customer management. Il principale vantaggio di queste soluzioni è rappresentato dell’assistenza e supporto in real time per il cliente, 24 ore su 24 e sette giorni su sette. Le chatbot, ad esempio, possono identificare i fondi nel flusso di cassa del cliente e spostarli automaticamente su un conto corrente. Oppure segnalare qualsiasi attività sospetta sugli account e fornire consigli per la gestione finanziaria, oltre a velocizzare il flusso di lavoro, ridurre la quantità di chiamate verso i call center e migliorare l’assistenza ai clienti. Anche noi, qui a FINOM, utilizziamo soluzioni AI per l’assistenza clienti. Però la punta di diamante del nostro customer care sono ancora le persone. Persone che - mediamente - riescono a rispondere alle domande dei nostri utenti in 45 secondi!

AI & Risk management

Con i tempi che corrono è una delle aree più interessanti e in cui l’intelligenza artificiale può dimostrarsi un’alleata pressoché infallibile. Questo perché è in grado di registrare e imparare autonomamente dai dati passati. L’obiettivo dei servizi di gestione del rischio è sempre quello di riuscire a effettuare delle previsioni accurate sul mercato a partire dalle informazioni esistenti e identificando trend, individuando i rischi e la strada migliore da percorrere per accrescere le proprie finanze senza esporsi troppo alle incertezze.

AI & Analisi del credito

Le banche e gli istituti di credito da sempre hanno il “problema” di dover prendere delle decisioni in merito ai soggetti che chiedono un mutuo o un prestito. Grazie all’intelligenza artificiale, oggi queste decisioni possono essere prese avendo a disposizione maggiori informazioni. Un aiuto utile soprattutto per valutare aziende e persone tradizionalmente “svantaggiate” nell’accesso al credito. Come come i millennials e la gen Z. Questo dimostra il potere potenzialmente inclusivo del fintech e delle nuove tecnologie. Raccogliendo e analizzando dati è oggi possibile conoscere anche le abitudini di rimborso di ogni individuo, avendo un quadro chiaro dei prestiti attivi in quel momento, delle carte di credito intestate e di tanti altri dati, a volte anche destrutturati, che possono essere di grande aiuto per personalizzare i servizi finanziari, o ancora il tasso di interesse su una carta o del mutuo. questa analisi dati la potrebbe fare teoricamente anche un operatore umano, ma in tempi molto più lunghi e con maggiore possibilità di errore.

AI & Robot Advisor

Il mercato sta già assistendo all’introduzione dei cosiddetti “robo advisor”, assistenti virtuali che fanno consulenza, con l’obiettivo di ridurre costi, in particolare le commissioni richieste sui singoli investimenti: le macchine possono lavorare senza stancarsi, 24 ore al giorno e rispondendo simultaneamente a più potenziali clienti.

Grazie a questi assistenti, la clientela può ricevere consigli personalizzati relativi alla propria gestione patrimoniale, può acquistare o vendere prodotti finanziari, ricevere report periodici relativi all’andamento dei propri investimenti e molto altro.

AI & Cybersecurity e rilevamento delle frodi

Con l’emergenza sanitaria sono aumentati gli attacchi da parte del cybercrime e la sicurezza informatica è sempre più importante. Addestrando il machine learning sui tantissimi dati a disposizione si possono intensificare gli sforzi di cyber security, facendo in modo che i software possano distinguere tra utenti reali e utenti fittizi (in genere bot automatici).

Ad esempio, osservando i comportamenti di spesa del passato, attraverso l’analisi delle transazioni, si possono identificare con prontezza movimenti anomali, prelievi strani con somme insolite, oppure utilizzi della carta di credito in luoghi non consueti. Questo tipo di identificazione automatica si affina con il tempo e impara quindi a capire sempre meglio quali comportamenti sono accettabili e umani e quali invece sono sospetti, facendo scattare l’allarme per potenziali frodi.

AI & Gestione delle finanze

Personale e aziendale, la gestione finanziaria è da sempre un filone fondamentale che sta a cuore a tutti e l’intelligenza artificiale può aiutare molto su questo fronte. È possibile costruire degli algoritmi sempre più avanzati, che aiutino gli utenti a prendere la decisione di volta in volta migliore, basandosi su una enorme quantità e varietà di dati che un umano non saprebbe certamente elaborare. Un ulteriore vantaggio sta nella razionale freddezza delle macchine, che non si faranno influenzare né impaurire dalle chiacchiere o dalle influenze di alcun tipo. Cosa che invece, inevitabilmente, avviene per ognuno di noi.

AI & Trading

Poter usare algoritmi avanzati, computing e big data per prevedere l’andamento dei prezzi è certamente un passaggio che ha rivoluzionato il mondo del trading. Non esistono ancora strumenti infallibili e forse mai esisteranno, ma certamente si può contare su delle previsioni efficaci e oggettive, tempestive e accurate. Impostando il livello di rischio considerato, ci sono algoritmi in grado di suggerire le migliori soluzioni d’investimento personalizzate.

Tutti i freelance e gli imprenditori hanno bisogno di un partner per gestire le proprie finanze, a partire da un prodotto semplice e affidabile per gestire la propria fatturazione elettronica. Con in più la possibilità di attivare la riconciliazione automatica delle fatture. Uno strumento utile anche per programmare la liquidità necessaria a pagare le tasse.

Per saperne di più, basta andare QUI.

Vi aspettiamo!

Prova subito FINOM gratis

Il servizio di fatturazione elettronica semplice e con il servizio clienti più veloce in Italia

Pre-iscrizione

Post correlati