Contenuti

Ultimi articoli

CVV carta di credito e debito, tutto quello che devi sapere su questo secure code

Condividi post

CVV carta di credito e debito

Codice CVV della carta di credito e debito? Di che cosa si tratta? Detto in poche parole, è lo strumento che garantisce la sicurezza e l’unicità di tutte le operazioni di pagamento online effettuate con una carta di credito o di debito.

Il codice CVV viene sempre richiesto quando si effettua un pagamento online per mantenere riservate le tue operazioni. Il CVV, che è un codice a tre o quattro cifre, si trova sul retro della tua carta di credito o debito e garantisce la sicurezza della transazione online eliminando il rischio di frode e clonazione.

Cos’è in poche parole il CVV?

CVV significa “Card Validation Value” oppure “Card Verification Value” ed è un codice numerico di tre o quattro cifre impresso sulle carte di credito e di debito. È un codice di sicurezza. Si trova generalmente sul retro delle carte, ma a volte è anche sul fronte. Inoltre, bisogna notare come sia impresso e non stampato: il CVV, per questo motivo, non è clonabile da nessun lettore digitale. 

Ci sono comunque diverse tipologie di CVV che cambiano a seconda del circuito a cui appartiene la carta, ad esempio il CVV è un codice a tre cifre utilizzato nel circuito VISA, mentre , mentre il CID (Card Validation Number) è un codice a 4 cifre per il circuito carte American Express. 

Perchè nasce il CVV

Il codice CVV è statocreato a seguito di numerose clonazioni della carte di credito a partire dagli anni 90.

Nel1995 viene messo a punto un codice numerico in grado di tutelare la sicurezza degli acquisti con carta in negozio. Nonostante sia un sistema poco innovativo, rimane il più comune e più utilizzato per la sua semplicità. MasterCard imprime il CVV per la prima volta sulle proprie carte a partire 1997, mentre Visa dal 2001. 

Rispetto alla fine degli anni ‘90 i problemi e le esigenze dei consumatori sono cambiate: se prima la paura era quella di avere la propria carta clonata a seguito di un acquisto in un negozio, oppure dopo aver prelevato denaro da un ATM, oggi gli acquisti online sono quelli più insidiosi. Per questo prima di completare un qualsiasi acquisto su una piattaforma ecommerce viene richiesto il codice CVV. Solo in questo modo la banca verifica che ad eseguire il pagamento sia stato il titolare della carta di credito e nessun altro. 

Quando utilizzare il codice CVV

Online si trova di tutto, e spesso anche molte fregature. Cadere in trappole online è semplice, così come avere la propria carta di credito clonata. Per tutelare la propria sicurezza è importante sapere quando va utilizzato. 

Il codice a tre o quattro cifre CVV viene richiesto dalla maggior parte dei siti ecommerce al momento del pagamento online con carta di credito o carta di debito. 

Verifica Della Carta

Al momento del check-out e del pagamento l'utente dovrà quindi inserire i seguenti dati della carta: 

  • Numero identificativo della carta;
  • Nome e cognome del titolare della carta;
  • Data di scadenza della carta;
  • Il codice CVV sul retro della carta.

Inserendo come ultimo passaggio il codice, l’istituto bancario che riceverà la notifica del pagamento potrà verificare immediatamente la veridicità della carta ed accertarsi che la carta non sia stata clonata. È anche importante assicurarsi di fare acquisti su siti ecommerce sicuri. Bisogna fare sempre attenzione a non inserire il proprio codice a tre cifre CVV su piattaforme non sicure. 

CVV o PIN, qual è la differenza? 

È importante non confondere il codice CVV con il codice PIN.Il PIN è un  codice numerico a 5 cifre, solitamente fornito segretamente al titolare della carta. Il PIN viene utilizzato per i prelievi presso sportelli ATM, oppure per effettuare acquisti in negozio tramite POS. Per i pagamenti online non viene mai richiesto di inserire un codice PIN, ma viene invece richiesto il codice CVV, che- come abbiamo già specificato - può essere a tre cifre o a quattro cifre. Nei pagamenti con POS non è richiesto l’inserimento del CVV, perchè tutte le informazioni ad esso collegate sono già trasferite al terminale tramite la banda magnetica. 

Conclusioni

Il codice CVV è di estrema importanza per garantire la sicurezza delle proprie transazione online. La sua invenzione ha diminuito il rischio di clonazione delle carte di credito o debito. Presta comunque sempre attenzione alla tipologia di siti internet o piattaforme e-commerce in cui lo inserisci per evitare spiacevoli inconvenienti o una clonazione della carta. 

FINOM semplifica la vita degli aspiranti imprenditori fornendo un'ampia gamma di servizi finanziari, tra cui un account aziendale, la fatturazione e l'integrazione di software di contabilità. Le piccole imprese ed i liberi professionisti possono provare il piano Free Solo di FINOM, che consente funzioni aggiuntive come il multi-banking e i propri conti bancari con IBAN locale. 

Per l'Italia: All'apertura di un conto FINOM oltre il cashback fino al 3%, ti regaliamo una carta virtuale e fisica del circuito VISA. 

 

Condividi post

Post correlati

Prova subito FINOM gratis

Il servizio di fatturazione elettronica semplice e con il servizio clienti più veloce in Italia

Pre-iscrizione