Key Dates

Manovra di Bilancio 2021 da 40 miliardi di euro: le principali misure per autonomi e imprese previste dalla NADEF

 Photo Credits: Google Immagini
Photo Credits: Google Immagini

Comincia a delinearsi in maniera sempre più netta la Manovra di Bilancio 2021 che il Parlamento dovrà approvare entro fine dicembre, pena il ricorso all’esercizio provvisorio del bilancio così come previsto dall’articolo 81 della nostra Carta costituzionale.

Domenica sera, infatti, il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera, con un certo ritardo e salvo intese, al disegno di legge recante il bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e il bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023.

In linea generale, Il disegno di legge, che da un punto di vista contabile trova la sua traduzione nel Documento programmatico di bilancio per il 2021, contiene importanti provvedimenti che rappresentano la prosecuzione delle misure intraprese sinora, a partire dal Decreto Cura Italia dello scorso marzo, per proteggere la salute dei cittadini e garantire la sicurezza e la stabilità economica del Paese.

Allo stesso tempo, vengono messe in campo le risorse necessarie per garantire il rilancio del sistema economico, attraverso interventi su fisco, investimenti, occupazione, scuola, università e cultura.

Scopriamo ora quali sono le principali misure in materia fiscale e di supporto alle imprese previste dalla Nota di aggiornamento al DEF (NADEF).

FISCO

·       viene portata a regime la fiscalità di vantaggio per il Sud con uno stanziamento di 13,4 miliardi nel triennio 2021-2023 e prorogato per il 2021 il credito d'imposta per gli investimenti nelle Regioni del Meridione;

·       viene portato a regime il taglio del cuneo fiscale per i redditi sopra i 28.000 euro con circa 1,8 miliardi di euro aggiuntivi, per uno stanziamento annuale complessivo di 7 miliardi;

·       vengono stanziati 8 miliardi di euro annui a regime per la riforma fiscale, che comprende l’assegno unico per le famiglie, che viene esteso anche agli autonomi e agli incapienti, ai quali si aggiungeranno le risorse derivanti dalle maggiori entrate fiscali che confluiranno nell’apposito “fondo per la fedeltà fiscale” in cui confluiranno le maggiori entrate fiscali derivanti dal contrasto all'evasione.

SOSTEGNO ALLE IMPRESE

Al centro delle misure previste dalla NADEF, propedeutica alla Legge finanziaria 2021, ci sono le imprese, che rappresentano i soggetti maggiormente colpiti dalla crisi economica.

A loro favore:

·       viene istituito un fondo da 4 miliardi di euro a sostegno dei settori maggiormente colpiti durante l’emergenza COVID;

·       viene prevista la proroga della moratoria sui mutui nonché quella delle misure a sostegno della ripatrimonializzazione delle PMI;

·       viene prorogata la possibilità di accedere alle garanzie pubbliche fornite dal Fondo Garanzia PMI e da SACE;

·       viene stabilito uno stanziamento di 1,5 miliardi di euro al fine di sostenere le attività di internazionalizzazione delle imprese,

LAVORO

In tema di lavoro, il disegno di legge prevede:

·   un azzeramento per tre anni dei contributi per le assunzioni degli under-35 a carico delle imprese operanti su tutto il territorio nazionale;

·   il finanziamento di ulteriori settimane di Cig COVID, con lo stesso meccanismo che prevede la gratuità della Cassa per chi ha registrato perdite oltre una certa soglia;

·   la proroga delle misure APE Social e opzione donna.

Il percorso della manovra 2021 è ancora lungo, ma certamente l’approvazione del NADEF indica le principali misure che il governo ha intenzione di mettere in campo. Nelle prossime settimane la palla passerà al Parlamento, ai partiti e alle parti sociali per la definizione esatta della legge più importante per l’economia nazionale (nota come legge finanziaria prima, poi di stabilità e dal 2016 di stabilità e di bilancio insieme).

Al di là di quali saranno le misure decise, tutti i freelance e gli imprenditori hanno bisogno di un partner per gestire le proprie finanze, a partire da un prodotto semplice e affidabile per gestire la propria fatturazione elettronica. Anche per le partite IVA con regime forfettario può essere una buona idea passare da subito all’elettronico. Con in più la possibilità di attivare la riconciliazione automatica delle fatture.

Per saperne di più, basta andare QUI.

Vi aspettiamo!

Try FINOM for free

The simplest e‐invoicing service with the fastest customer support in Europe

Get early access

Related posts